Il servizio

La normativa ambientale (D.Lgs. 152/06 e s.m.i.) prevede che anche gli indumenti usati rientrino nella categoria dei rifiuti. Per indumenti usati si intendono vestiti, cappelli, borse, scarpe, biancheria, coperte, tendaggi.
La loro raccolta è un servizio che coinvolge tre tipi di attori:

  1. gli enti pubblici (Comuni) che decidono a chi affidare lo smaltimento dei rifiuti;
  2. le società che gestiscono i servizi di igiene ambientale per conto dei Comuni (Etra, Acegas-Aps, Veritas, PadovaTre);
  3. le cooperative sociali che gestiscono i servizi di raccolta e recupero dei rifiuti tramite accordi con le società o direttamente con i Comuni.

Attualmente nella zona di Padova e provincia sono presenti situazioni che si differenziano tra loro per le diverse modalità di coinvolgimento degli attori su elencati.  

Caritas Padova è partner di un gruppo di cooperative che, attraverso accordi con Etra, Acegas-Aps, Veritas, PadovaTre o direttamente con Comuni, gestiscono la raccolta degli indumenti nel territorio della Diocesi. Tali cooperative sociali destinano una parte dei proventi che derivano dalla raccolta per la realizzazione di alcuni progetti di Caritas Padova.

Le cooperative sociali sono:

  1. Il Grillo 
  2. Città Solare
  3. Monte ricco
  4. Bartolomeo Ferracina
  5. Insieme

Questo è il percorso dei vestiti: 

  • Gli indumenti usati vengono conferiti nei cassonetti gialli con la scritta “Questo servizio sostiene i progetti di Caritas Padova”.
  • Gli indumenti vengono prelevati dai cassonetti e portati nei centri di stoccaggio delle cooperative coinvolte.
  • Gli indumenti vengono venduti a società che operano nel settore e selezionati in appositi impianti autorizzati.

Il 68% degli indumenti viene destinato al riutilizzo.
Il 25% degli indumenti è sottoposto al riciclaggio delle materie prime.
Il 7% viene smaltito perchè non più utilizzabile.

 

Comments are closed.